lunedì 11 febbraio 2019

Ipocrisia


Ipocrisia
A Tutte le Persone di “Buona volontà”
e a Tutte le Altre

Nessuno escluso, abbiamo tutti bisogno di: affetto, sostegno, dignità, qualità della vita, BenEssere ed altre necessità che aiutino a poter “saggiare” un po' di Felicità!

Nessuno è perfetto, la verità non la possiede nessuno e tutti siamo in cammino in questa ricerca.
Di una cosa sono certo: potremo gustare la Felicità quando capiremo in molti (magari, tutti) che occorra collaborare ed unire gli intenti con consapevolezza, ove ogni persona si impegna a “conoscere se stesso” con lo scopo di offrire il meglio per se e per ogni suo simile di qualsiasi etnia sia! Ed anche per gli eventuali extraterrestri in ascolto!

La premessa mi sembrava opportuna per sapere in che terreno si muovono queste “libere riflessioni”, alcune dovute a deduzioni ed intuizioni che nella maggioranza dei casi sono confermate da informazioni reperibili in vari ambiti, spesso taciute o omesse dagli organi di informazione ufficiali. È possibile che alcune riflessioni rendano il merito di aiutare chi non si sia dotato della necessaria curiosità e non abbia ancora ben presente come e perché il Potere (1) svolge un'azione manipolatoria da millenni, a volte molto ben mimetizzata, ma che negli ultimi è alquanto chiara e lampante.

(1) per gli approfondimenti sul Potere, vedi articoli sul mio blog del 22/6/18, 18/7/18 e 10/9/2018, ed ai numerosi e seri siti e blog... un solo accenno: il potere opera attraverso il pensiero magico utilizzato per creare divisioni fra gli esseri umani, per farci perdere in discussioni inutili. Ecco perché è importante capire che occorra prendere coscienza individualmente ed essere uniti come Popolo!

È attorno al VI secolo prima dell'anno zero che, e non può essere un caso, sono nate diverse religioni (buddhismo, giainismo, confucianesimo, taoismo) e sono presenti pensatori del calibro di Siddharta, Lao Tzé, Confucio, Pitagora, Pericle, Eraclito,… e a seguire i molti Filosofi greci e latini; sempre attorno a quell'epoca, gli Ebrei ricostruiscono il Tempio di Salomone; i Greci, l'Acropoli con il Partenone; a Roma si costituisce la prima Repubblica. Con l'Impero romano viene messo in atto in modo sistematico il Potere che agisce e si rafforza nel nome del “divide et impera”, ancora oggi praticato.
Le Idee e preziose Conoscenze dei grandi pensatori di cui sopra, è intuibile come siano state “manipolate” dal Potere allo scopo di mantenere il controllo sulle masse. Le persone sono state tenute nell'analfabetismo ed ignoranza, e sono state indotte a vivere e credere: nell'obbedienza, nella sofferenza, nella povertà e limitatezza, per redimere la propria anima, dopo la morte!?!
In questo ruolo manipolatorio è entrato molto efficacemente il Cristianesimo, persino sancito dai vari Editti del IV secolo (d.C.) che hanno avuto il precipuo scopo di dividersi la fetta di potere il Papato e l'Impero, visti i continui litigi per decretare chi fosse... “il più bello del reame”! E, come sempre quando si è in competizione e non ci si fa scrupoli di esclusione di colpi per accaparrarsi il potere temporale, le liti per il dominio sono continuate fino ad oggi nonostante gli “accordi” (in quanto il dominio di prevaricazione rende incapaci di stabilire correttezza!).

Attenzione: Budda, Lao Tzé, Confucio, Filosofi greci e latini e quanti altri divulgatori di Conoscenza del periodo considerato, hanno contribuito alla crescita ed allo sviluppo del sapere dell'umanità; il punto è che le metodiche suggerite non sono ancora oggi praticate secondo il vero senso; ciò dovuto alla poca presa di coscienza delle persone ed alla “capacità” del Potere di addormentare le coscienze.
Con la crescita dell'istruzione, sono stati introdotti altri sistemi per il controllo delle masse, quali: industrializzazione, globalizzazione, preparazione del nuovo ordine mondiale, che si esplica attraverso il sistema economico in atto “trangugia e divora”, per dirla come nel Film “L'ultima follia di Mel Brooks”!
Anche i “social network”, sono divenuti strumento di controllo delle persone, a cui ci stiamo sottoponendo di “nostra spontanea volontà” (come avvenuto per le religioni). Io credo che la tecnologia deve essere al servizio dell'umanità, e non viceversa; come dice Lucio Dalla, “bisogna stare un poco attenti”...

Finalmente una bella notizia: il Potere non riuscirà nel suo intento di controllo assoluto sugli abitanti del pianeta, e tra poco scopriremo il perché.

A quelli che stanno obiettando (cosa lecita, peraltro), consiglio di verificare se nella vita possano considerarsi liberi da vincoli. In qualsiasi luogo siamo nati, abbiamo acquisito vincoli di ogni genere: genitoriale, ereditario, religioso, culturale, linguistico, scolastico, lavorativo, etc. Ci siamo accorti che le cose non sono proprio così trasparenti e di dover subire: pubblicità ingannevole; terrorismo, vandalismo, stragi, omicidi, (allo scopo di mantenerci nella paura e nell'incertezza), la cui messa in opera spesso è compiuta da servizi segreti o non si sa da chi; essere spremuti nel lavoro e senza visione di un futuro; non lavorare e non poter giungere neppure a metà mese; una tassazione che sembra un'estorsione; una sproporzione esagerata dei trattamenti retributivi (e questo avviene anche nel campo artistico); in qualsiasi manifestazione pacifica del popolo, guarda caso intervengono dei “guastatori”, che raramente vengono presi... e l'elenco sarebbe molto lungo, prego tutti di riflettere.

Qual'è la prima e più importante considerazione su cui riflettere?
Ogni divisione dell'opinione pubblica è “organizzata” dal Potere che gioca sulla poca curiosità e poca voglia di informarsi della maggior parte delle persone. La quasi totalità dei delitti “mediatici”, migranti, vaccini, politica, guerre, e qualsiasi altro meccanismo che crei divisione è voluta.
È necessario comprendere e decidere di lasciarsi alle spalle ogni condizionamento che “lega” al passato o al presente per circostanza, per convenienza o per appartenenza.
Occorre affrontare la ricerca con attenzione in merito ai perché e su chi guadagna da quello che succede, cercando di non essere incauti o troppo esposti, per non finire “suicidati”, coinvolti in incidenti sospetti o comunque ammazzati. Non serve.
Andare a capire ciò che accade intorno a noi si può fare ed offre la possibilità di aprire la Coscienza, e con una vera apertura si scorgono scenari impensati prima.

Siamo pronti a procedere nel vergognoso mondo dell'Ipocrisia.
Lo so divento antipatico, ma è sempre meglio che ipocrita...”, canta Lucio Battisti.

Nella storia sono sempre successe cose riprovevoli, ancora oggi praticate con buona dose di Ipocrisia.
Alcuni esempi:
- Una volta in guerra vi era in prima fila chi decideva di mandare al macello schiere di uomini. Mentre oggi chi decide di inviare al massacro donne, uomini e bambini, è seduto in palazzi di vetro o dietro sontuose scrivanie. Entrambi ovviamente non sono da approvare, con un'aggravante per chi sta nella comodità e invia altri a morire per che cosa poi?
Questa è Ipocrisia.
- Per quanto tutte le guerre siano da aborrire, e lo dicono tutti (dai Capi di Stato a noi uomini comuni), non c'è alcun Governo che vieta la fabbricazione ed il commercio delle armi (unica modalità per scongiurarne l'uso!).
Questa è Ipocrisia.
- Le “missioni di pace”, vere e proprie guerre camuffate, per affermare il potere e conquistare risorse petrolifere, diamanti, oro o per rovesciare governi, sono tristemente
atti di Ipocrisia.
- Chi pensa di ripristinare la democrazia con la forza delle armi, nei territori governati da persone scomode al Potere, commette
atti di Ipocrisia.
- Chiamare Eroi i morti in “missioni di pace” (pagati profumatamente ed armati fino ai denti, il cui compito è quello di proteggere interessi industriali vari, molto meno la gente del posto, che muore comunque sotto le bombe o per attacchi kamikaze),
questa è una grossa Ipocrisia.
- Nel caso siate d'accordo con la necessità di abolire le guerre, siete senza lavoro e vi proponessero di lavorare in un'azienda che produce armi ed essere pagati una favolosa cifra di 1 milione di euro al mese, sareste i primi a mettervi in coda per presentare il curriculum, anche solo con una flebile speranza di accoglimento della domanda? (Ovviamente il medesimo discorso vale per qualsiasi azienda che produce qualcosa di nocivo per le persone).
Questa (pensateci onestamente) è Ipocrisia.
- La schiavitù è una delle peggiori sofferenze inflitte agli esseri umani. Nel nome del “dio” denaro sono avvenute le più grandi deportazioni da parte di europei, verso il nuovo continente, accaparrato attraverso bagni di sangue inauditi dei Pellirossa. Sebbene la schiavitù sia giuridicamente debellata, l'attuale commercio di esseri umani dal Continente africano verso l'Europa è un altro atto vile, a copertura anche di veri o pseudo maltrattamenti. L'Unione europea e tutta la diplomazia internazionale dovrebbe unitamente lavorare per migliorare le condizioni di vita nei Paesi di origine, e comunque negare sbarchi di clandestini, spesso ignari dei viaggi precari a cui vanno incontro.
Giustificare e/o approvare migrazioni con questi presupposti, è una grossa Ipocrisia.
- Chi continua a sostenere questo scempio (commercianti di uomini, scafisti, organizzatori locali ed europei della tratta degli schiavi, politici consenzienti e opinione pubblica così ciecamente offuscata da falso buonismo) è nell'Ipocrisia peggiore.
Se, dopo aver verificato (è talmente evidente) che il fenomeno migrazione è solo un commercio che lucra sulla pelle di uomini, donne e bambini, si tocca il peggior grado di ipocrisia: Sepolcri imbiancati!
- L'idea di sopravvivere il più a lungo possibile, ha fatto perdere di vista il come e il perché della vita. Oggigiorno sono praticati trapianti di organi, e nessuno si pone il problema di accertarsi da dove provengano gli organi. Incredibile da pensare e purtroppo triste realtà, ogni giorno vi sono bambini venduti o rapiti, dai quali estrarre gli organi per soddisfare le richieste crescenti: terrificante!
Chi volesse perseguire la strada di sottoporsi a trapianti, sia consapevole di questa atrocità.
Volendo continuare, è da considerare un Sepolcro imbiancato.
NB.: Per la sola possibilità che possa continuare questo commercio assolutamente ingiustificabile, chi scrive ha deciso di non volere trapiantato alcun organo né ora né mai.
- La “crisi finanziaria”, ormai sappiamo tutti è una crisi di valori; attraverso essa viene praticato un trucco molto abile da parte di chi detiene il Potere (pochissimi individui!), per portare ad un gioco al massacro tutti gli altri. È difficile comprendere come ancora alcuni esponenti della politica ed altre categorie di persone vogliano ancora difendere o nascondere questa nefandezza. Bisogna essere: o completamente ignoranti (che ignorano l'esistenza della manipolazione, alquanto evidentissima!) o molto peggio, ipocriti, “sepolcri imbiancati”, a cui vanno bene le “briciole” (costituite da alcuni privilegi, auto blu, etc.), e per così poco essere disposti a negare.

Allungare la Vita, può rappresentare una bella sfida per il futuro se ci si domanda prima di ogni cosa: perché? E a cosa deve servire?
Se le risposte sono: per vivere più a lungo e per molti anni vivere quasi esclusivamente in corsie di Ospedali, in case di cura o a fare analisi mediche, beh più che ipocrisia, diciamo che è stupidità!
Si sa che le cause che hanno contribuito ad allungare la vita media delle persone, sono state: una maggiore igiene e un migliorato stile alimentare e di vita in generale. La medicina ha dato un minimo contributo attraverso la chirurgia. Del resto, da quando (circa 100 anni) la medicina allopatica è il punto di riferimento della salute, qui in occidente, si è verificato un aumento considerevole delle malattie! Le cause sono alquanto chiare, bensì voglio lasciare un po' di spazio alla fantasia di chi legge.

La figura del medico di famiglia a conoscenza della dinamica personale di ogni individuo, è pressoché scomparsa, avendo lasciato il posto a medici che hanno perso il contatto diretto con il paziente, che viene spedito ad analisi su analisi, a specialisti, a specialisti degli specialisti, e via di seguito!
A volte per ignoranza, altre per ipocrisia.
Nella storia, nel nome di “Dio” (ognuno il suo), sono stati perpetrati cruenti genocidi (alcuni di questi: Catari, Pellirossa, Aztechi, Ebrei non della stirpe di Giacobbe, Indios, Aborigeni, …) o atti deplorevoli nei confronti di persone che hanno avuto la sola colpa di credere in qualcosa di diverso dal Potere dominante e per questo arsi vivi (…), ai quali sarebbe troppo comodo chiedere semplicemente scusa.

E qui la Santa Inquisizione si allinea perfettamente alla Santa Ipocrisia!

Nel contesto di ipocrisia colossale è il momento storico ove il Potere detiene l'andamento della Finanza e dell'Economia con cui dominano e soggiogano i popoli e gli Stati, sottoponendoli a principi macro economici contrari alle Costituzioni degli Stati ed ai Diritti Internazionali. Chi continua a sostenere che ciò avvenga è nell'ipocrisia peggiore.
C'è chi si è prestato a svendere l'Italia, le banche italiane e la sovranità monetaria, producendo proprio l'attuale crisi che continuerà finché non vengano arrestati gli irresponsabili che hanno agito per gli interessi di una minima percentuale di persone (3%) a sfavore di tutti noi altri (97%).
Ci vogliamo svegliare? Incitazione che è in tema, perché parliamo di sveglia delle Coscienze.

Torniamo alla Bella notizia di qualche riga fa.
Il Potere che domina con tutta l'Ipocrisia possibile, sta per implodere in modo inarrestabile. Infatti la breccia di: cittadini, movimenti, artisti, umanisti e tutti coloro che hanno capito la necessità di unire intenti e coraggio (cor - aggio = agire con il cuore), abbiamo in progetto un futuro di collaborazione (e non più di competizione o, peggio, sottomissione) fra tutti, anche perché tale atteggiamento fa stare meglio tutti!
Il sistema attuale è rappresentabile simbolicamente come una Piramide, e questo Potere è destinato ad implodere così come succederebbe ad una Piramide a cui viene tolta la base. La base del Potere siamo noi, sono tutti quegli individui a cui il vertice ha “succhiato” energia, rendendo la base, appunto, cedevole. Parte di questa base (noi) ha finalmente compreso cosa è avvenuto nei millenni e concentra l'energia verso scopi più elevati.
L'argomento sarà ripreso in seguito, per ora spero sia chiara sempre la stessa cosa precisata più volte: uniamo gli intenti nella visione di migliorare per tutti le condizioni di vita.

Il problema Italia. Brevi accenni.

L'argomento rientra in un'analisi molto più ampia dell'ipocrisia. Certo è che gli italiani in genere siamo (chi più, chi meno) ipocriti o, meglio, poco etici, nel senso che badiamo molto al proprio orticello e poco o niente al bene comune, all'interesse comunitario.
Gli italiani sono tra i più indisciplinati e i migliori artisti del mondo. Se una vera “rivoluzione” (non quelle pilotate avvenute nel passato) in Europa e nel Mondo avverrà, a condurla è molto probabile sia un Italiano! Sì, perché abbiamo le caratteristiche più geniali e artistiche, indispensabili per essere numeri 1. L'Italia vanta nel mondo: cultura, siti storici, musica, pittura, poesia, architettura, scultura, moda, enogastronomia, litorali e montagne da sogno, ...
Dove ci freghiamo con le nostre stesse mani? Nel personalismo, cioè nel badare alla miglior cura per il proprio orticello, tralasciando di rendere efficiente il bene comune, lo Stato, in quanto insieme di individui che tendano a migliorare tutti coloro che vi abitano.

Leggendo la nostra storia si comprende bene quanto ho finora voluto dire. Pur di non dare ragione ad un altro regno, marchesato o ducato, cosa abbiamo fatto? Abbiamo chiamato qualcun altro a risolvere il problema (francesi, austriaci, borboni, etc.). Nella storia più recente siamo stati “salvati” da Anglo-Americani, che hanno bloccato tutte le iniziative italiane, che avrebbe avuto la possibilità di condurre i “giochi” di casa nostra!
Perché sono riusciti sempre a fregarci? Facilissimo: l'abbiamo permesso noi stessi; o meglio, qualche italiano si è “venduto” loro ed ha giocato il ruolo di intermediario, senza rendersi conto che non ha fatto gli interessi nostri.
Così è andata in politica ed in economia dal dopoguerra al 1981. Da quella data ad oggi ci siamo legati mani e piedi agli interessi della Finanza che è avanzata nei vari Stati europei.
Prima di concludere questo argomento sul problema Italia, è bene che vi precisi di non avere alcuna tessera di partito, di associazione e di bocciofila, e di rispettare i principi di tutte le religioni del mondo (non certamente l'abuso di potere tenuto da esse).
Ora l'Italia si trova ad un bel bivio: il primo è quello di adeguarsi e di piegarsi al “dio” finanza, ipocritamente (così facendo, chi l'ha permesso finora non pensato al bene degli italiani); l'altro è quello di spezzare questa assurda dipendenza che ci ha relegati a fanalino di coda. (Forse) L'attuale Governo (senza che abbia alcun guadagno a dirlo) è orientato nel secondo bivio che può riuscire solo in un caso: comprendendo tale strategia e sostenere con tutti i mezzi leciti questa sfida!
Ci sono stati altri casi di politici che hanno tentato di riportare l'Italia a tirar fuori la testa, il problema è che non sono stati sostenuti dagli italiani stessi!
È ora di capire: Francesi che giudicano il nostro operato, quando sono i primi che nella storia passata e ancora oggi sfruttano le colonie in modo che gli italiani si vergognerebbero di farlo. La finanza (a braccetto con Germania e Francia) vuole tentare di scardinare la nostra legittima politica che, ripeto, senza alcun interesse, sembra andare nella direzione di favorire gli italiani, rispetto a quanto operato nello svendere i nostri beni a stranieri senza scrupoli.
Gaetano


domenica 3 febbraio 2019

Vita-Energia


Vita-Energia
Questa mattina mi sono svegliato e sono stato sollecitato ad alzarmi immediatamente per redigere il testo che segue, “suggeritomi” nella fase del pre-risveglio...
Quanto segue possono essere considerate “pillole” per sollecitare la curiosità.
La curiosità è indice di intelligenza in quanto spinge a comprendere la profondità delle cose.

Cos'è la Vita?
Insieme di Frequenze e di Informazioni scambiate fra particelle, in un fluttuare all'interno di “campi” di Energia. Quando quest'ultima si condensa, viene ad originarsi la Materia.
L'Essere umano è al tempo stesso Materia ed Energia.
L'Energia nell'Universo è illimitata da poter garantire ad ogni vivente: BenEssere, Ricchezza ed ogni cosa nella misura più che soddisfacente, comunque “del quanto basta”, affinché la Vita possa essere vissuta dignitosamente!

Possiamo notare tutti che vivere una vita dignitosa, per moltissime persone al mondo, sia un miraggio? Una seria constatazione, offre purtroppo una risposta affermativa, a cui è possibile porre rimedio comprendendone le cause per riportare equilibrio!
Le cause profonde sono da ricercare nell'atteggiamento di chi ha la pretesa di frapporsi all'espansione naturale dell'energia, limitandone il flusso e provocandone, di conseguenza, uno squilibrio nello sviluppo dell'umanità. L'Energia presente in tutto l'universo, per intuizione, è libera e gratuita per chiunque, mentre un gruppetto (molto minimale di individui) si sono assunti la “(ir-)responsabilità” di provvedere a ricreare energia attraverso procedimenti artificiosi e controllabili (da loro!), al solo scopo di trarre maggior vantaggio personale. Atteggiamento ignorante oltre che ingannevole nei confronti della maggior parte delle persone costrette ad acquistare energia, quando questa è illimitata!

Il motivo dell'inutilità e il danno provocato dal comportamento di questa minima percentuale di individui?
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”, che è una teoria, rintracciabile in ogni ambito, non solo nel riferirci alla chimica; il fenomeno agisce nel piccolo come nel grande, ove ogni cosa è destinata a trasformarsi, e valevole anche per coloro che ambiscono a ricchezze materiali pensando di poter ottenere chissà che vantaggi! Atteggiamento ignorante, per la caducità a cui sottostanno anche costoro!

Come ci si accorge se lo stato di BenEssere (star bene con se stessi e di conseguenza con gli altri)?
Quando sprizziamo di Felicità, cosa molto rara a vedersi sul viso delle persone! E pressoché inesistente in chi provoca molte difficoltà ai suoi simili in genere.

La curiosità, dicevamo all'inizio, è indice di intelligenza, perché porta alla Conoscenza e di conseguenza ad ampliare la Coscienza, quest'ultima in grado di comprendere come una qualsiasi limitazione reca contrasti inutili e da evitare. Il mondo di internet è colmo di giudizi, pregiudizi e di critiche, che tendono solamente a dividere in fazioni che alimentano e fanno comodo al “Potere” (vedi post precedenti), che “gioca” un ruolo subdolo, tendente alla limitazione della Libertà individuale e degli Stati. E l'unico espediente che abbiamo per evitare questa pericolosa deriva, è un'attenta presa di Coscienza in numero crescente di individui pronti a comprendere bene questo problema, analizzando le cause da cui trae origine, cause identificabili in modo univoco.
Con lo sviluppo della Coscienza, possiamo utilizzare la “ricetta” più saggia: Unire gli intenti nel reciproco rispetto e collaborazione fra tutti gli esseri viventi, superando il vecchio paradigma che ha portato a prevalere competizione e arrivismo.

L'Energia gratuita per chiunque è possibile, e concederebbe di vivere tutti con dignità, concedendoci di assaporare la Felicità!
Ringraziamo e cogliamo questa Energia inesauribile.
Gaetano

sabato 22 dicembre 2018

Libertà

Carissimi,
oggi (21 dicembre 2018) sono stato in vetta, fortunato di poter ricevere e trasmettere Energia a voi tutti (sul percorso... Albero addobbato)!
Il periodo è piuttosto delicato necessitando un nostro preciso impegno per migliorare il rapporto con noi stessi e con chiunque altra persona presente, passata e futura.

Da oggi e per sempre, vogliamo puntare in alto? Qual'è la migliore conquista? 
La Libertà.

Uniamo gli intenti nel credere realizzabile la Libertà da ogni vincolo e per ogni Abitante il pianeta Terra.
Ognuno esprima con parole sue: una Preghiera, un'Invocazione, una Meditazione, un'Eggregore, un Suono, un Proposito, ...

N.B.: La Libertà è già sancita dal Diritto (Italiano ed Internazionale), bensì resta solo da applicare nella pratica! Sembra banale, ma non lo è affatto: ciò implica l'enorme potenzialità di riuscita!!!  
La mancanza dipende da noi; la Libertà è raggiungibile con determinazione e molto Amore, posto anche ad aiutare nella comprensione chi ha ancora la coscienza assopita.

Sento particolarmente vicino, l'Anno che verrà...

Un abbraccio a tutti voi.
Gaetano Di Domenico

mercoledì 17 ottobre 2018

Perché l'attenzione alla Politica


Brevissimo articolo per chiarire l'importanza delle precedenti trattazioni.

Come mai sono così attento alla Politica?
Perché è questa che pone le condizioni per vivere in un certo modo piuttosto che in un altro! Anche la Spiritualità rientra nelle scelte eventualmente decise dalla gestione del potere. Non dimentichiamolo.
La Politica (quale Arte del Governare persone inserite in un certo territorio) detta le basi del modello di Vita.
L'attuale modello è retto dall'idea meccanicistica partita dai tempi di Newton e giunto all'esasperazione dei valori finanziari, simbolicamente rappresentato dalla Piramide che, negli ultimi decenni, sta sottraendo energia alla base e ponendo sempre più le persone in competizione, con un destino segnato che è quello dell'implosione del modello (quanto avverrebbe per una Piramide a cui viene erosa la base)!

Altri modelli sono possibili, uno dei quali è basato sulla equidistanza delle persone dal... centro, che risponde al modello di condivisione, collaborazione, cooperazione delle risorse umane e non, senza distinzione di sesso, razza, cultura, religione, in antitesi con quanto innesca la competizione dell'attuale modello, giungendo a guerre senza senso.
La differenza è quella tracciata negli articoli precedenti fra Magus e Magister. Il Magus manipola le coscienze per mantenere il potere, comunque effimero, visto che è destinato a trapassare anche chi lo pone in atto!
Allora a che serve il potere con questa visione?

La Conoscenza per tutti, voluta dal Magister porta ad un cambiamento di paradigma cui si basa il nuovo modello, simbolicamente rappresentato dal cerchio (o dalla sfera), ove ognuno è equidistante dal centro e quindi portatore di miglioria per chiunque. Allora sì che non vi saranno dubbi su cosa scegliere!
Per determinare tale direzione, è fondamentale prendere coscienza tutti.


Riflessioni per il.Cambiamento


rispondendo a Il.Cambiamento
(valevole per chiunque voglia approfondire)

Gent.ma redazione e lettori,
temo di non capire quale cambiamento proponiate!
Quello di continuare a permettere il commercio di esseri umani, chiamato "immigrazione", praticato da persone senza scrupoli e avallato da ipocriti e sepolcri imbiancati della vecchia politica?
Di quale razzismo vogliamo parlare: degli italiani in difficoltà economiche e costretti al suicidio per mancanza di aiuti o solo degli immigrati che hanno diritto a fondi (intascati in parte da enti, cooperative, etc. sempre di riferimento alla vecchia politica)?

Ovviamente qualsiasi sia il colore della pelle, abbiamo tutti il diritto di vivere con dignità e possibilità, e meglio se ciò avviene nel luogo in cui nasciamo e ci formiamo! Non vi pare?
Ed è su questo che dobbiamo puntare, unitamente perché divisi, facciamo il gioco di quel potere che magicamente mette in atto tutti i "trucchi" per manipolare le coscienze!
Poi, chiunque voglia migrare per motivi di studio, di lavoro, per vedere il mondo, è normale che possa farlo, importante che ciò avvenga alla luce del sole e non clandestinamente!!!

Forse sarebbe bene cominciare a: andare in cerca di notizie (quelle ufficiali sono solo disinformazione); farsi un esame di coscienza; proporre vere soluzioni ai problemi; distogliersi dalle speculazioni reclamizzate da chi è in mala fede; essere uniti e coesi nel trovare i giusti "rimedi".

Questo governo in Italia sembra stia andando in questa direzione, coinvolgendo anche Stati finora menefreghisti al problema. Ora, abbiamo tutti l'obbligo morale di vigilare e/o indirizzare per migliorare l'attuale stortura internazionale, creatasi da decenni, visibile a chiunque.

Il mio motto è: Essere Uniti nel rendere migliore la vita di tutti, ma proprio di tutti!
Grazie per l'attenzione, in attesa di interventi seri e documentabili.
Gaetano Di Domenico


mercoledì 10 ottobre 2018

Una bella idea da mettere in atto: D.U.D.U.!


(Lettera aperta)
Illustrissimo
Presidente della Repubblica Italiana
Sig. Sergio Mattarella

Da suoi recenti appelli, fa piacere constatare il richiamo alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (D.U.D.U., affettuosamente per gli amici!), in merito ai Migranti. Purtroppo spesso questa Dichiarazione (promossa dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, firmata a Parigi nel 1948 e ratificata nel nostro Ordinamento giuridico con la legge n. 848 del 4/8/1955) è disattesa da parte di quegli italiani che la “pretendono” solo per gli stranieri, assumendo di fatto un biasimevole ruolo razzista nei confronti dei loro connazionali!

Inoltre, vi sono molti articoli della D.U.D.U. e della Costituzione Italiana (costituenti l'insieme di Norme superiori a qualsiasi altra Legge promulgata in seguito), ancora poco tradotti nella realtà di tutti i giorni, ad esempio, la Libertà di scelta che ogni Persona ha facoltà di operare.
Voler menzionare solo qualche articolo dei Codici di cui sopra, dimenticando tutto il resto dei due Testi, porta a parziali visioni da evitare per il bene comune, in cui il Suo ruolo di garante resta fondamentale e indispensabile.

L'orientamento dell'attuale Governo nel mettere in atto alcuni principi di equità e di equilibrio fra i Cittadini di qualsiasi nazionalità siano, oltre a far emergere l'inadempienza e inadeguatezza di una vecchia e superata politica, apre a scenari ove un Suo incisivo ed auspicabile intervento nella medesima direzione, potrebbe migliorare il processo di trasformazione in atto, a vantaggio di Tutti gli Italiani, nessuno escluso!

Questa lettera vuole indicare una direzione logica e naturale, utile ad ognuno dei presenti e futuri uomini e donne viventi sul suolo italiano, di qualsiasi colore, fede e lingua, linea che rispetti i Diritti Internazionali e, in subordine, la Costituzione Italiana, in quanto non lede la Libertà di alcuno, anzi mira a consolidarla per Tutti!

Ringraziando per la Sua attenzione e di quella dei Firmatari che vorranno sostenere l'intento suggerito, resto fiducioso alla realizzazione degli Stati Uniti d'Europa e, poi, degli Stati Uniti del Mondo.

Un Italiano Internazionale.
(Firma)

Territorio Italiano, 10 ottobre 2018

Questa lettera è stata inserita come testo in una petizione di Change.org, e chi sente queste parole vicine al suo percepire le cose, può firmarla/sottoscriverla. Non offende alcuno, e mette tutti d'accordo, perché i Diritti Internazionali, appunto affettuosamente D.U.D.U., riguardano Tutti e sono a beneficio di Tutti!
Con i migliori ringraziamenti.

lunedì 10 settembre 2018

Il Potere


Potere

La differenza (fondamentale per comprendere in che mondo siamo!) fra Magus e Magister (vedi articoli del 23/6/18 e del 18/7/2018), è acquisita?

Bene, quindi possiamo fare il “salto” conclusivo della "saga"(!), che consiste nel capire da cosa e perché si sviluppa l'idea della manipolazione posta in essere dai Magus. Questi sono spinti a manipolare (attuando dei veri e propri trucchi di magia) per mantenere il Potere. Ecco questo bel termine che alcuni (molti) non sospettano neppure esista. E invece esiste ed è praticato e, soprattutto, produce effetti molto semplici da riconoscere, uno dei quali: le esclusioni (*) adottate nei confronti di soggetti non allineati al dogma o al potere di turno.

Sia i Magus sia i Magister detengono un potere, seppure questo, come è stato precisato nei precedenti articoli, venga affermato con scopi differenti. Ancora una precisazione che apprendo da Gianfranco Carpeoro è che il Magus svolge la sua attività utilizzando il pensiero magico (che agisce manipolando), mentre il Magister si avvale del pensiero simbolico (che, per comprenderlo, occorre sviluppare la Conoscenza).
Torniamo al potere: come è nato il Potere?

Su questo argomento, ho colto un'interessante riflessione di Gianfranco Carpeoro (per chi volesse approfondire: http://www.libreidee.org/2015/04/carpeoro-pensiero-magico-cosi-il-potere-ci-tiene-prigionieri/). Riassumendo al massimo (o, meglio, al minimo!) il discorso, Carpeoro, che si rifà al lavoro svolto sull'argomento da parte dello scrittore Saba Sardi (1922-2012), asserisce: il Potere (e la gestione del potere) sembra sia nato da quando la specie umana è divenuta stanziale; fatto che ha determinato la difesa di un “proprio” territorio, per poi volersene procurare altro, per effetto dell'incremento della crescita demografica, non più contenibile nei confini precedenti. Per questo motivo e/o per il motivo di difendersi da altri stanziali in cerca anche loro di terre da conquistare, ecco che vengono innescati i presupposti della guerra.
Una teoria che mi sembra attendibile, seppure credo vi sia qualcosa d'altro ad aver fomentato la manipolazione, millenni or sono e che, purtroppo, è tuttora praticata probabilmente da chi “controlla” l'essere umano. E mi spiego. Per quanto mi riguarda, avendo ormai assimilato da qualche anno il lavoro svolto da Mauro Biglino, che svela come la Bibbia, l'Odissea, l'Eneide, le Tavolette sumeriche e tutti gli altri testi dell'antichità in ogni parte del mondo parlino di Esseri giunti qui sulla Terra, e questi abbiano “creato” l'umanità inserendo parte del loro genoma (DNA) in ominidi presenti sul pianeta, ebbene credo che il Potere (“figlio” sempre della capacità manipolatoria) possa essere derivato da attitudini degli umanoidi giunti sul nostro pianeta. Del resto, la sete di conquista nei vari territori del mondo, svolta da millenni ad oggi, sembra andare oltre la necessità alimentare, mentre di più manifestare avidità sempre più accentuata, che ritengo senza senso!
Oggi nel mondo vi sono circa un centinaio di guerre o focolai di instabilità, e in Europa come in ogni continente siamo succubi di una guerra dal nome: “crisi finanziaria”, che è semplicemente un trucco molto abile praticato da parte di chi detiene il Potere (pochissimi individui!), per mantenere in un gioco al massacro tutti gli altri. Per me è difficile comprendere come ancora alcuni esponenti della politica ed altre categorie di persone vogliano ancora difendere o nascondere questa nefandezza. Bisogna essere: o completamente ignoranti (che ignorano l'esistenza della manipolazione, alquanto evidentissima!) o, molto peggio, ipocriti, “sepolcri imbiancati”, a cui vanno bene le “briciole” (costituite da alcuni privilegi, auto blu, etc.), e per così poco essere disposti a negare. Quale assurdità!
Quando saremo tutti uniti (si deve arrivare all'80%) a non farci abbindolare dai Maghi e maghetti, ecco che le cose potranno riequilibrarsi per star meglio tutti. Forza e coraggio.

Ricapitolando: per mantenere il potere, il Magus agisce manipolando le persone, in modo da renderle docili e poco avvedute nel comprendere i “trucchi” praticati, proprio come nei giochi di prestigio!
Alcuni di questi trucchi praticati, sono: missioni di pace (vere proprie guerre camuffate, per affermare maggior potere e conquistare risorse petrolifere, diamanti, oro o quant'altro); terrorismo, vandalismo, stragi, omicidi di cui non si viene mai a conoscenza del vero colpevole, e disordini di vario tipo (per creare paure, incertezze); commercio di uomini, donne e bambini (per avere potere su parte della popolazione); globalizzazione del commercio e dei mercati finanziari (per impoverire il più possibile il maggior numero di persone, le quali, per necessità, abbassano la testa per lavorare sempre di più, pur senza vantaggi); medicina ufficiale e sempre maggiori malattie (per far assumere farmaci pieni di controindicazioni e reazioni avverse, anziché pensare alla salute delle persone); etc.
Guerre, Terrorismo, Schiavismo, etc. sono risultati di un medesimo progetto di poche persone senza scrupoli che vogliono dividere il Popolo e che probabilmente sono a loro volta sotto scacco da parte degli Esseri venuti dallo spazio (chissà!?!). Il pensiero magico tende a creare divisioni fra gli esseri umani, per farci perdere in discussioni inutili. Ecco l'importanza di capire che occorra prendere coscienza individualmente ed essere uniti come Popolo!

Un solo esempio come chiarimento: avendo constatato che l'immigrazione è un puro e semplice commercio di schiavi per svuotare l'Africa e/o per dare problemi ai Paesi in cui vengono “recapitati” (e c'è un motivo per il quale l'Italia è favorita!), la prima cosa che possiamo fare per fermare questa schifezza, è quella di opporci agli sbarchi con determinazione.
È talmente ovvio che l'unione di tutti indistintamente dal pensiero politico consentirebbe una maggiore riuscita! Poi certamente dobbiamo mettere a “pane e acqua” scafisti, chi permette questo scempio (politici corrotti e consenzienti sia italiani che nord africani) e, soprattutto, i mandanti (sempre gli stessi di cui alle missioni di pace, etc.!). Chi inneggia agli sbarchi, approva di fatto la tratta degli schiavi ed è meglio che si vergogni, anziché criticare chi sta cercando di arginare il problema.

In chi ha un'anima, sollecito a comprendere bene il fenomeno, aprire la coscienza ed unirsi a ricercare le condizioni migliorative per chiunque: Bianchi, Neri, Gialli, Rossi e Verdi.
Dopo aver fermato la tratta all'origine, occorrerà (ri)portare in equilibrio il livello sociale ed economico negli Stati da cui partono certi misfatti, superando il concetto di: colore della pelle, credo religioso o politico, etc. Spero sia chiaro a tutti.
No lasciamo più che personaggi che hanno provato ad abbozzare sostanziali modifiche al sistema siano espropriati della loro intenzione (giusto per citarne alcuni): Enrico Mattei, Aldo Moro, Bettino Craxi (che anch'io avevo mal giudicato in passato), ... e poi ce ne sono molti altri conosciuti e non.
La regola per assegnare un giudizio (senza giudicare!), è quella di ricorrere a vagliare bene se le notizie spiattellate corrispondano a verità o sono frutto della solita manipolazione.
E vi garantisco che così facendo cominceremmo a comprendere molto di più sui giochi di potere avvenuti nella storia. Voglio mettervi alla prova di come sia incredibile la manipolazione, invitandovi a cercare quello che nessuna notizia ufficiale esprime su tre personaggi, quali: Benito Mussolini, Palmiro Togliatti, ed il suo interlocutore in Vaticano (…), per farvi scoprire alcuni elementi molto diversi da quanto la storia ufficiale riporta. Lascio a voi il fruttuoso compito di indagare in merito, ponendo in campo il pensiero simbolico del Magister che vuole la Conoscenza per sé e per gli altri, sviluppando la Coscienza di ciascuno per essere preparati ad Essere Uniti.

Altra notizia, per chi ancora è annebbiato dai manipolatori, lo sapete quante persone si sono suicidate in Italia negli ultimi anni, per impossibilità di far fronte al pesante ingiusto carico di tasse e/o mancanza di lavoro? Quasi una decina di migliaia, molto più che i migranti morti in mare, entrambi per speculazioni del medesimo modo di mantenere un potere insulso. E dopo esser dispiaciuti di questi morti di ogni nazionalità, costruiamo un nuovo modello di sistema che non ponga le finalità sul guadagno (di pochi), bensì sul BenEssere di tutte le Persone: cosa fattibile!

(*) Le esclusioni avvengono dal calunniare a creare problemi, fino a far avere incidenti, mettere sul rogo, etc. Un esempio chiarificatore, prendendo spunto da un argomento piuttosto controverso del momento: l'obbligatorietà delle vaccinazioni. Chi ha decretato questa imposizione ed utilizza tutto il suo potere del momento per radiare o oscurare chi non la pensi come lui, assume senza ombra di dubbio un comportamento da Magus, manipolando la corretta e dovuta informazione per non far emergere eventuali altre valutazioni sul tema. Significativo è l'accostamento fra Magus e i caporali, in quanto il comportamento tenuto da questi è quello “classico” di ricevere e prestarsi agli ordini superiori (di: Partito, Gruppo, Ente o Multinazionale che sia), e senza chiedersi il perché.
Il Magister, ponendosi il compito di condurre la sua ed altrui esistenza alla ricerca della Conoscenza, della Verità, del miglioramento della Vita per tutti, quale motivo avrebbe di far tacere eventuali altre ricerche in merito, qualora, una volta vagliate, fossero da recepire, perché migliorative? È sciocco o ignorante o in mala fede, chi censura una visione che sia più soddisfacente per le persone!
Non vi sembra?
E questo è solo una esemplificazione di quanto sta accadendo in qualsiasi ambito: sociale, politico, economico etc. Da qui la necessità di dover interpretare in modo oggettivo, senza condizionamenti e valutando lo scopo e le finalità che un qualsiasi atteggiamento si prefigge.

Sembra sempre che dipenda dagli altri costruire un futuro migliore, mentre è più importante che questo avvenga in ciascuno di noi per poter determinare il cambiamento attorno a noi ed estendersi a quell'80% di cui accennavo...
Infinite grazie per l'attenzione e per il lavoro di ognuno.
Gaetano